venerdì 20 luglio 2018

Libri in valigia... e Buone Vacanze!


Cari amici lettori...
...è tempo di vacanze (finalmente!)
Per questa ragione il nostro blog chiuderà per un paio di settimane. 
Da buoni lettori non potevamo partire per il mare senza una valigia piena di libri.
Volete sapere che cosa ci porteremo dietro? (domanda retorica: sappiamo che siete curiosi).
Ve lo diciamo subito:

Gio:
Uno scià alla corte d'Europa, Kader Abdolah
L'impeccabile, Keigo Higashino
A modo nostro, Chen He
Autunno tedesco, Stig Dagerman
Il mugnaio urlante, Arto Paasilinna
Come rapinare una banca svizzera, Andrea Fazioli
Tre minuti, Roslund & Hellstrom
Il selvaggio, Guillermo Arriaga
Il sangue è randagio, James Ellroy

Mely:
La seconda trilogia Adamsberg, Fred Vargas
La parte dell'altro, Eric-Emmanuel Schmitt
Estate artica, Damon Galgut
Un anno con Salinger, Joanna Rakoff
Letteratura in copertina, Giovanna Zaganelli
Smile, Roddy Doyle
Everyman, Philip Roth
La bellezza del segno, Francesca Biasetton
La mappa dei passaggi, Pierdomenico Baccalario
Chasseurs de Livres, Jennifer Chambliss Bertman

Naturalmente non contiamo di leggerli tutti, ma ci piace avere una piccola (più o meno) possibilità di scelta.


Buone vacanze a tutti, ci rivediamo ad agosto.

giovedì 19 luglio 2018

Il giorno dei Lord, Michael Dobbs


Michael Dobbs, già capo dello staff della Lady di ferro Margaret Thatcher, dal 2010 è membro della Camera dei Lord. Da noi è noto soprattutto per la trilogia House of Cards, divenuta una celebre fiction con Kevin Spacey. Il giorno dei Lord è il primo capitolo di una nuova serie imperniata sul personaggio di Harry Jones, parlamentare ed ex militare pluridecorato, che ha come caratteristica principale l’innata capacità di indispettire i propri superiori.

La cerimonia d'apertura del Parlamento è, in Inghilterra, uno degli eventi clou dell'anno: in tale occasione le persone più in vista della nazione si ritrovano riunite nel medesimo luogo.
Quattrocento anni prima, il congiurato Guy Fawkes aveva tentato di far saltare in aria tutti i partecipanti.
Ora, a quattro secoli di distanza, un gruppo di terroristi ha deciso di seguire le orme dell’antico cospiratore. Dopo essere penetrati all’interno dell’edificio – in cui sono presenti la regina Elisabetta, il principe Carlo, il Primo Ministro ed altre personalità eccellenti – gli attentatori minacciano di attuare un massacro che cambierebbe le sorti del mondo. Ma gli scellerati non hanno fatto i conti con Harry Jones e le sue straordinarie capacità intuitive.

La vicenda si dipana nell’arco di 24 ore. Assistiamo così, passo dopo passo, all’evoluzione di un evento drammatico; una potenziale catastrofe che non solo rischia di mettere in ginocchio l’Inghilterra ma potrebbe avere un effetto devastante a livello planetario.
La trama è rapida, adrenalinica e senza punti morti. Lo scrittore conosce bene la materia trattata (e si vede): riesce a ritrarre con dovizia di particolari uno scenario verosimile, alternando momenti di ironia a misurati colpi di scena.
Si tratta di un romanzo godibile, capace di regalare qualche brivido in questa torrida estate: il classico thriller da ombrellone, ma a cui va comunque tributata la dovuta considerazione per la qualità e la cura dei dettagli.  


Consigliato a: tutti coloro che cercano una lettura scorrevole e distensiva per le vacanze ed a chiunque ami i thriller ben congegnati e ricchi di tensione.



Voto: 7,5/10